Blog

febbraio 9, 2017

Guida detrazioni risparmio energetico 2017

Detrazioni 2017 : confermate anche per quest’anno i bonus fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia e riqualificazioni energetica per gli edifici. Scopriamo modalità e

Se dovete ristrutturare casa o rinnovare l’arredamento, avete tempo fino al 31 dicembre 2017 per usufruire delle detrazioni fiscali edilizie ed energetiche del 65% e 50%. Vediamo nel dettaglio quali sono e come farne richiesta.

Le detrazioni fiscali sono un valido aiuto economico per tutti coloro che vogliono ristrutturare casa o rimodernare alcuni componenti, come l’impianto di riscaldamento o il rifacimento del tetto, e risparmiare. E’ possibile ottenere un rimborso fino al 65% sulla spesa, usufruendo di due diversi bonus. Le spese verranno detratte dall’IRPEF (per le persone fisiche) o dall’ IRES (per le società). Il rimborso verrà erogato tramite 10 quote annuali di pari importo.

Chi può richiedere i bonus per le detrazioni 2017?

I bonus possono essere richiesti da :

– Proprietari dell’immobile o titolati di un diritto reale di godimento
– Locatari o comodatari
– Soci di cooperative divise e indivise
– Imprenditori individuali, se l’immobile è un bene non strumentale
– Persone giuridiche, esclusivamente per l’Ecobonus 65%

Detrazioni 2017 : Bonus edilizio 50%

Il bonus edilizio è destinato a tutti gli interventi su un immobile, come

– Manutenzione straordinaria
– Restauro e risanamento conservativo
– Lavori di ristrutturazione edilizia
– Eliminazione barriere architettoniche

Le detrazioni 2017 possono essere applicate su diversi tipi di interventi, per quello che riguarda il risparmio energetico è possibile richiedere bonus per impianti come:

– Impianti elettrici
– Impianti fotovoltaici

Oltre alle spese per l’acquisto dei materiali è possibile detrarre anche le prestazioni professionali necessarie, come tecnici e manovali per sopralluoghi, perizie, progettazione ed esecuzioni dei lavori. Saranno valide solo le spese effettuate per un tetto massimo di 96.000€.
Rientra nel bonus edilizio anche l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, oltre agli apparecchi di illuminazione a LED, questi ultimi per un importo massimo di 10.000€. Fondamentale è la data di acquisto, la quale deve essere posticipata rispetto alla data di inizio dei lavori di ristrutturazione.
Studiando le varie possibilità offerte dalle detrazioni 2017 si può prospettare una soluzione intelligente per i proprietari di edifici con eternit. La bonifica dell’amianto rientra tra gli interventi detraibili, così come l’installazione di un impianto fotovoltaico. I due interventi possono essere abbinati e, oltre ad approfittare di un vantaggioso risparmio, si può creare una fonte di guadagno

Detrazioni 2017 : Ecobonus 65%

Le detrazioni fiscali per gli interventi volti ad aumentare l’efficienza energetica degli edifici prendono il nome di Ecobonus. Alcuni degli interventi detraibili sono:

– Sostituzione infissi e finestre
– Sostituzione porte d’ingresso
– Coibentazione e miglioramento termico
– Schermature solari
– Sostituzione impianti climatizzazione invernali ( Caldaie a condensazione, pompe di calore, pannelli solari per Acqua Calda Sanitaria)

L’ecobonus può essere richiesto per tutti i fabbricati esistenti, ad eccezione degli immobili in costruzione. Non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste per i medesimi interventi.

Come richiedere le detrazioni 2017 per Ecobonus e Bonus edilizio?

Per richiedere le detrazioni è buona norma affidarsi ad un commercialista, al quale si dovranno fornire le fatture e copie dei bonifici per tutte le spese sostenute. Ricordiamo che i pagamenti per le detrazioni fiscali vanno eseguiti esclusivamente tramite un bonifico bancario o postale apposito, chiamato bonifico parlante. Nel campo casuale dovranno essere inseriti i riferimenti normativi, qualora non fossero già presenti. Le diciture fornite dalla Agenzia delle Entrate sono le seguenti:

Per il bonus sulle ristrutturazioni edilizie 50%:

bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986 e successive modifiche

– Pagamento fattura n. ___ del_____ a favore di________________ p.iva______________.

Per il bonus sul risparmio energetico 65%:

bonifico relativo a lavori di risparmio energetico che danno diritto alla detrazione prevista dallalegge 296/2006 e successive modifiche

– Pagamento fattura n. ___ del_____ a favore di________________ p.iva______________

La documentazione tecnica aggiuntiva riguardante l’acquisto effettuato per richiedere l’Ecobonus, invece, dovrà essere inviata via telematica all’ Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA), soggetto incaricato per legge della gestione detrazioni per l’efficienza energetica, entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Uncategorized , , ,
Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.