Energie rinnovabili e risparmio energetico

+39 0660513534

Blog

maggio 14, 2018

Le 6 domande più frequenti sulla manutenzione dell’impianto fotovoltaico

Il fotovoltaico ha un lungo ciclo vita ma una scarsa (o assente) manutenzione può ridurre drasticamente la sua efficienza. Agenti atmosferici, l’usura del tempo e lo smog causano un calo della produzione del tuo impianto. Spesso viene sottovalutata l’importanza di una corretta manutenzione e il fatto che al calo della produzione corrisponde un calo del risparmio economico. In questo articolo troverai le risposte alle domande più frequenti sulla manutenzione per il fotovoltaico e uno sconto del 20% su un intervento ordinario con pulizia.

Qual è la differenza tra manutenzione ordinaria e straordinaria?

La manutenzione ordinaria dell’impianto fotovoltaico comprende tutte le attività di controllo visivo dei componenti dell’impianto fotovoltaico e verifica della produzione tramite test. Un buon contratto di manutenzione include sempre questi servizi:

  • Controllo e serraggio delle bullonerie di ancoraggio dei moduli alla struttura
  • Controllo integrità del vetro dei moduli solari
  • Controllo dei cavi e delle scatole di giunzione
  • Prove di funzionamento degli interruttori di protezione
  • Pulizia delle apparecchiature
  • Verifica della produzione dell’impianto in funzione dell’irraggiamento istantaneo

È importante includere anche una pulizia annuale dei pannelli con macchina idropulitrice. Durante l’anno sui moduli fotovoltaici si depositano fogliame, smog e polvere che fanno perdere fino al 25% di efficienza all’impianto. Oltre al conseguente danno economico, la sporcizia aumenta il rischio di avaria e il pericolo di incendio. La manutenzione con pulizia è un piccolo investimento annuale – vedremo più avanti i costi della manutenzione per fotovoltaico – per tenere le prestazioni dell’impianto elevate e avere un risparmio economico sul lungo termine.

La manutenzione straordinaria dei pannelli fotovoltaici comprende gli interventi di sostituzione dei componenti principali dell’impianto. L’inverter, il cuore elettrico del fotovoltaico, è il componente più soggetto a manutenzione straordinaria. Anche gli interventi di ammodernamento e modifica dell’impianto sono considerati manutenzione straordinaria, ad esempio:

  • Aumento di potenza dell’impianto fotovoltaico
  • Aggiunta di batterie per accumulo
  • Spostamento dei moduli fotovoltaici

La manutenzione dell’impianto fotovoltaico è obbligatoria?

La manutenzione dell’impianto fotovoltaico non è obbligatoria, ma raccomandata, per gli impianti fotovoltaici con potenza minore di 11,08 kW. Gli impianti con potenza superiore a 11,08 kW hanno l’obbligo di controllo dei sistemi di interfaccia tra inverter e rete connessi, come da delibera 78/2016 dell’Autorità per l’Energia Elettrica. La revisione dell’interfaccia deve essere effettuata ogni 5 anni da tecnici qualificati che devono rilasciare una scheda firmata da inviare al gestore di rete. In caso di mancato controllo il gestore di rete può procedere alla sospensione degli incentivi e al distacco dell’impianto fotovoltaico.

Il monitoraggio: la migliore prevenzione per il tuo impianto fotovoltaico.

Monitorare costantemente la produzione del proprio impianto previene il rischio di danni e malfunzionamenti. Tutti i moderni inverter offrono la possibilità di monitorare 24 ore su 24 la produzione da remoto tramite app e computer. In tempo reale si può controllare quanta energia viene prodotta e quanta consumata, oppure la quota immessa in rete o conservata nelle batterie per accumulo. Il confronto tra i dati di produzione e la producibilità media per la zona d’installazione è il primo indicatore dello stato dell’impianto fotovoltaico.

Dati produzione di un nostro impianto fotovoltaico da 5 kW con accumulo e pompa di calore

Il rapporto tra produzione e consumo indica la quota di autoconsumo, ovvero di energia prodotta e consumata direttamente, il dato più importante per capire se l’utilizzo del fotovoltaico è corretto. Se la quota di autoconsumo è bassa l’abitazione consuma quando l’impianto non produce, ad esempio la sera. Nonostante il fotovoltaico, quindi, la casa consuma più energia elettrica dalla rete che energia dal sole e il risparmio economico è ridotto. Integrando le batterie per accumulo, che conservano l’energia prodotta durante il giorno e la mettono a disposizione di sera e di notte, si alza la quota di autoconsumo. I sistemi di monitoraggio segnalano i guasti e le interruzioni in tempo reale, così non ci si accorgerà tardi di avere un impianto fermo.

Qual è l’aliquota Iva per la manutenzione di un impianto fotovoltaico?

Uno dei dubbi più frequenti è se l’IVA agevolata al 10% si applica anche per i lavori di manutenzione. La risposta è dipende. Per la manutenzione ordinaria e la pulizia dei moduli si applica l’IVA standard al 22%. L’acquisto di inverter e altri componenti sostitutivi, invece, usufruisce dell’aliquota IVA al 10%.

Devo comunicare i lavori di manutenzione al GSE?

I lavori di manutenzione o ammodernamento devono essere comunicati al GSE solo se gli interventi portano modifiche rilevanti all’impianto fotovoltaico. Il GSE può, in qualunque momento durante il periodo di incentivazione, controllare che l’impianto fotovoltaico abbia i requisiti per il mantenimento degli incentivi. In caso di sostituzione dei componenti principali, come inverter e moduli, i lavori devono essere comunicati entro 60 giorni dal loro completamento. Il proprietario dell’impianto fotovoltaico non ha l’obbligo di comunicazione al GSE per la manutenzione ordinaria e la sostituzione di componenti elettrici minori.

Quanto costano gli interventi di manutenzione del fotovoltaico?

Il costo medio per un intervento di manutenzione su impianto residenziale è di 100€-150€ ogni kW. Il costo della pulizia è da quotare a seconda del tipo di installazione, grandezza dell’impianto e grado di sporcizia. La manutenzione deve essere sempre considerata un investimento sul proprio impianto fotovoltaico. Un controllo annuale con pulizia è un’azione di prevenzione contro futuri danni costosi da riparare.

Quante manutenzioni annuali sono consigliate?

L’impianto fotovoltaico necessita di almeno 1 intervento di manutenzione ordinaria e pulizia all’anno. In caso di condizioni meteorologiche particolari, come le piogge di sabbia che possono diminuire l’efficienza dell’impianto fino al 10%, si consiglia una pulizia extra. La manutenzione deve essere sempre fatta da personale qualificato e nel rispetto delle normative di sicurezza.

Vuoi la massima efficienza dal tuo impianto fotovoltaico? È ora di far risplendere i tuoi moduli fotovoltaici?

Compila il form e ricevi uno sconto del 20% su un intervento di manutenzione ordinaria con pulizia dei moduli fotovoltaici.
Scadenza 30 giugno 2018

Vuoi maggiori informazioni? Chiamaci subito al 06/60513534 oppure compila la seguente contact form!

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali, nonché newsletter da parte di Be Next S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate.

Fotovoltaico
Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.