Energie rinnovabili e risparmio energetico

+39 0660513534

marzo 4, 2019

Le 3 migliori batterie per il fotovoltaico con accumulo

Raggiungere l’indipendenza energetica è un sogno comune di chi decide di installare il fotovoltaico, ma può diventare realtà? Ad oggi non è possibile diventare 100% indipendenti dalla rete elettrica ma si può raggiungere un buon livello di indipendenza grazie al fotovoltaico con accumulo. Un sistema storage conserva l’energia prodotta e non consumata durante il giorno dai pannelli fotovoltaici e la rende disponibile nelle ore serali/notturne. Complice il prezzo in calo delle batterie e le detrazioni fiscali per fotovoltaico c’è un forte interesse per i sistemi di accumulo. In questo articolo parleremo dei 3 migliori modelli di batteria sul mercato nel 2019.

Come scegliere la migliore batteria per fotovoltaico

La scelta del modello di batteria più adatta per il fotovoltaico viene fatta nella fase di progettazione. Un sistema storage abbinato al fotovoltaico deve essere progettato per far raggiungere 3 obiettivi:

  • Più autonomia energetica dalla rete elettrica
  • Più autoconsumo per massimizzare l’utilizzo di corrente elettrica generata gratuitamente dal fotovoltaico
  • Meno costi in bolletta

Ma come scegliere la potenza della batteria da installare? Solo un progetto realizzato sui reali fabbisogni energetici della famiglia può indicare il corretto dimensionamento della batteria. Il numero di elettrodomestici e apparecchi elettrici, oltre alle abitudini di utilizzo dell’energia in casa, sono indicatori fondamentali per il dimensionamento di un impianto fotovoltaico. Non meno importanti sono poi le caratteristiche tecniche del modello scelto, come:

  • Efficienza
  • Tipo di batteria, ad esempio agli ioni di litio
  • Garanzia

Batterie per fotovoltaico esistente

Le batterie per accumulo possono essere aggiunte ad un impianto fotovoltaico esistente anche in Conto Energia, ad eccezione di chi usufruisce del I° Conto Energia. Il GSE disciplina l’installazione di batterie su impianti incentivati. Per non perdere gli incentivi l’impianto con accumulo deve avere una di queste configurazioni:

  • Lato produzione monodirezionale: è la configurazione senza prelievo di energia dalla rete di produzione. Una configurazione rara dove i sistemi di storage vengono definiti “lato dc” e possono essere della tipologia “all in one” (batteria e inverter integrati) o separati.
  • Lato produzione bidirezionale: in questa configurazione c’è il prelievo di energia dalla rete e le batterie sono installate a monte del contatore. Il collegamento può essere Lato AC (la batteria ha un inverter indipendente) o lato DC (batteria e impianto fotovoltaico vengono gestiti da un unico inverter).
  • Post produzione bidirezionale: è la configurazione più comune per gli impianti in Conto Energia perché è collegata in Lato AC. Mantiene così una distinzione tra impianto fotovoltaico incentivato e batteria per accumulo.

L’aggiunta di un accumulo all’impianto esistente deve essere comunicata al GSE entro 60 giorni dalla data di fine lavori.

I 3 migliori modelli di batterie per accumulo 2019

LG CHEM RESU

LG ha costruito un’ottima reputazione negli ultimi anni come produttore di batterie per accumulo, tanto da diventare un fiore all’occhiello nel settore. La batteria LG Chem Resu agli ioni di litio è la nostra prima scelta per il fotovoltaico residenziale. Dalle dimensioni compatte, ha la più alta densità energetica tra le batterie per fotovoltaico e mantiene l’80% di capacità dopo 10 anni di utilizzo. LG conduce severi test sui suoi prodotti, e i sistemi per accumulo non fanno eccezione. In particolare, le batterie LG Chem Resu sono sottoposte a verifiche sulla sicurezza da esplosioni e incendi. Disponibile in 3 taglie diverse per la versione da 48 V e 2 taglie per la versione da 400V. Le batterie per accumulo LG sono garantite 10 anni.

PYLONTECH

La batteria al Litio Ferro Fosfato Pylontech è un sistema di accumulo scalabile per impianti fotovoltaici residenziali. È infatti un sistema modulare che consente di incrementare con il tempo la capacità di accumulo. Se, ad esempio, dopo tot anni aumentano i consumi energetici, basterà aggiungere un modulo per avere più potenza. La tecnologia al Litio Ferro Fosfato garantisce oltre 6000 cicli di utilizzo, ovvero più di 10 anni, all’80% di capacità. Il design elegante e compatto la rende adatta per ogni ambiente domestico. I costi per il montaggio della batteria Pylontech sono ridotti, in quanto è molto facile e veloce da installare. È un’altra batteria che consigliamo caldamente, l’abbiamo installata su diversi impianti e non ha mai dato nessun tipo di problema.

MYRESERVE

Il mercato delle batterie modulari e dal design accattivante è in crescita. Oltre Pylontech, un’altra ottima batteria è MyReserve, nata dalla collaborazione tra SolarWatt e BMW. Leggera ed elegante, può essere abbinata ad ogni tipologia di inverter. In particolare ci ha dimostrato grandi prestazioni quando l’abbiamo installata con l’inverter Fronius. Uno degli aspetti più interessanti della batteria per accumulo MyReserve è il software proprietario. Un algoritmo gestisce la carica e la scarica della batteria secondo le condizioni meteo e le abitudini di utilizzo dei 3 giorni precedenti. In questo modo darà all’abitazione sempre la giusta quantità di energia richiesta, senza sprechi. La batteria SolarWatt MyReserve ha una garanzia completa sul prodotto di 10 anni e una All-Risk di 5 anni.

Fotovoltaico
Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.