Energie rinnovabili e risparmio energetico

+39 0660513534

Impianti Fotovoltaici Standard

Vantaggi e svantaggi di un Impianto Fotovoltaico Standard

Risparmiare, aiutare l’ambiente e fare un investimento di valore: sono tanti i buoni motivi per installare un impianto fotovoltaico. Tutti gli anni assistiamo ai rincari delle tariffe per l’elettricità e alle notizie sui gravi effetti dell’inquinamento atmosferico. Scegliere di produrre energia gratuita dal sole assicura un costo basso della corrente elettrica a vita e un mondo più pulito. Ecco i principali vantaggi:

  • Risparmio economico: usi l’energia gratis prodotta da una fonte inesauribile, il sole, per alimentare la tua utenza domestica, commerciale o industriale. I costi dell’elettricità sono tagliati almeno del 40% e non dovrai più preoccuparti dei rincari tariffari.
  • Energia Pulita: non usi combustibili fossili per generare elettricità ed eviti l’emissione di tonnellate di CO2. Ogni chilowatt prodotto dal fotovoltaico risparmia 0,53 kg di anidride carbonica nell’aria.
  • Flessibilità: il fotovoltaico è un sistema altamente flessibile che sei libero di modificare a seconda dei tuoi bisogni. Puoi aumentare la potenza, ad esempio se aumentano i consumi in famiglia, o aggiungere le batterie per l’accumulo in un secondo momento.
  • Lunga durata: un impianto fotovoltaico ha un lungo ciclo vita di 30 anni. Grazie alle nuove tecnologie i moduli solari hanno un’efficienza garantita per 25 anni, mentre gli inverter sono garantiti per 10 anni.
  • Valore immobile: una casa efficiente con classe energetica elevata acquista maggiore valore sul mercato immobiliare.

Il fotovoltaico ha tutti pro o anche qualche contro? In realtà, gli svantaggi possono essere facilmente risolvibili rendendo il fotovoltaico un sistema totalmente vantaggioso.

  • Spazio: il primo svantaggio è quello dello spazio per l’installazione. Un impianto fotovoltaico domestico da 3 kW occupa circa 20 mq, in caso il tetto non sia abbastanza ampio è possibile installarlo su una pensilina.
  • Costi: più che di costi, è giusto vedere il prezzo d’acquisto del fotovoltaico come un investimento che si ripaga nel medio termine. Il finanziamento consente di ammortizzare l’investimento iniziale in piccole rate.
  • Produzione limitata: un impianto fotovoltaico tradizionale produce corrente gratuita solo nelle ore solari. Integrando le batterie per accumulo è possibile usare l’energia anche di notte.

Prezzi degli Impianti Fotovoltaici Standard

Chi è interessato ad installare un impianto fotovoltaico è spesso spaventato dall’ investimento iniziale necessario. Le domande più comuni che ci vengono poste durante i sopralluoghi sono: qual è il momento giusto per acquistare il fotovoltaico?, in quanto tempo posso recuperare la spesa?. Come ripetiamo spesso, il costo del fotovoltaico è da intendere come un vero e proprio investimento. Il risparmio sulle bollette elettriche immediato e le detrazioni fiscali al 50% permettono di recuperare la spesa in pochi anni.

Oggi i prezzi del mercato sono abbastanza allineati ma, tuttavia, capita di imbattersi in super promozioni dalla dubbia onestà. Spesso dietro un prezzo molto vantaggioso si nasconde un impianto non completo di tutti i componenti o con moduli e inverter di bassa qualità. Quanto costa mediamente un buon impianto ad energia solare? Il prezzo giusto per il fotovoltaico è compreso tra 1.700€ – 2000€ a chilowatt. Un impianto chiavi in mano deve comprendere tutti i componenti, installazione e documenti:

  • Moduli solari: monocristallini o policristallini, la scelta sul mercato è davvero vasta. Per essere sicuri di comprare dei buoni moduli fotovoltaici bisogna considerare l’efficienza, la garanzia sul prodotto e sul rendimento.
  • Inverter: il cuore elettrico del fotovoltaico, acquistare un inverter di alta qualità è fondamentale per avere un impianto efficiente.
  • Strutture: Il prezzo delle strutture può variare in funzione del tetto e della copertura dove vanno fissate.
  • Installazione: un altro aspetto determinante per il prezzo del fotovoltaico è la tipologia di installazione. Il fissaggio su un tetto piano è generalmente più costoso rispetto a quello su un classico tetto a falda.
  • Pratiche autorizzative e burocratiche: oltre ai documenti per il GSE e per la sicurezza del cantiere, il prezzo può aumentare se devono essere svolte pratiche particolari come il vincolo paesaggistico.

Come funziona un Impianto Fotovoltaico

Il fotovoltaico trasforma l’energia del sole in corrente elettrica per alimentare le utenze domestiche e industriali. Dalle pionieristiche sperimentazioni dell’Ottocento e dalle prime installazioni degli anni ‘70 del Novecento, il processo di conversione energetica ha affascinato generazioni di studiosi. In Italia, a partire dagli anni 2000, il fotovoltaico si è diffuso grazie alle incentivi dei Conti Energia. Migliaia di famiglie hanno iniziato a produrre energia solare e hanno notevolmente ridotto le spese per le bollette elettriche.

Per funzionare il fotovoltaico ha bisogno di moduli solari e inverter. I primi trasformano la luce solare in elettricità sotto forma di corrente continua. Questa corrente passa all’inverter, un dispositivo che la trasforma in corrente alternata per essere utilizzata dagli impianti elettrici in casa. Fattori come l’ombreggiamento sui tetti, l’efficienza dei pannelli fotovoltaici, la sporcizia e l’anzianità dei componenti sono determinanti per la producibilità dell’impianto.

È importante capire anche come sfruttare il fotovoltaico per avere il massimo risparmio sull’elettricità. Possiamo individuare 3 fasi di utilizzo dell’energia fotovoltaica:

  • L’energia generata durante le ore solari è utilizzata istantaneamente per coprire il fabbisogno energetico richiesto. In questa fase parliamo di autoconsumo, l’energia viene prodotta e consumata gratuitamente. Più riusciamo a coprire i consumi elettrici in autoconsumo, maggiore è il risparmio in bolletta.
  • L’energia prodotta in eccesso non va perduta ma viene distribuita nella rete elettrica nazionale. Il GSE valorizza questa immissione con il meccanismo dello Scambio sul Posto (SSP), riconoscendo un corrispettivo economico per l’energia immessa.
  • In caso di cielo coperto l’impianto può non essere in grado di produrre l’energia necessaria a coprire i consumi. Si è così costretti a prelevare (e pagare) energia dal gestore di rete. Per risolvere è utile installare le batterie per accumulo che conservano l’energia prodotta in più e la rendono disponibile quando c’è maltempo e di notte.

Impianto fotovoltaico da 3 kW o impianto fotovoltaico da 6 kW?

Il dimensionamento è l’aspetto più importante quando si progetta un impianto fotovoltaico. È in questa fase che si decide la potenza e il numero di pannelli da installare. Non esiste uno standard nella scelta dei kW, anche se solitamente si considerano due taglie per il fotovoltaico domestico:

  • Impianto fotovoltaico 3 kW: è la potenza standard per una casa di piccola/media metratura dove abita una famiglia di 3-4 persone,
  • Impianto fotovoltaico 6 kW: è la taglia di partenza per una casa di media/grande metratura e per una famiglia numerosa.

La flessibilità nel dimensionare il fotovoltaico è massima ma è d’obbligo basarla su questi fattori:

  • Bollette elettriche: studiare le bollette dell’ultimo anno è il primo passo per capire quanta potenza serve alla famiglia. I kWh utilizzati, la fascia in cui si concentrano i consumi e la spesa economica sono dati fondamentali per dimensionare un impianto fotovoltaico.
  • Caratteristiche edificio: la zona geografica di installazione, il tipo di tetto o struttura dove installare, l’esposizione della falda: sono tutte caratteristiche che influiscono sulla progettazione.
  • Bisogni della famiglia: un fotovoltaico correttamente dimensionato produce energia gratis per tantissimi anni. Quando si progetta l’impianto occorre considerare i bisogni attuali e futuri del nucleo familiare. Eventi come la nascita di un bambino o iniziare un’attività professionale in casa cambiano il fabbisogno energetico della famiglia.
  • Budget: ultimo ma non meno importante, il budget a disposizione della famiglia è un fattore determinante. Miracoli non si possono fare, un minimo di budget è necessario per acquistare il fotovoltaico. Si può, comunque, cercare una soluzione per ottimizzare la spesa senza perdere l’efficienza.

Impianto fotovoltaico per aziende

Installare un impianto fotovoltaico è conveniente anche per le aziende e le attività commerciali. Ogni imprenditore sa che il costo dell’energia fossile è una voce pesante sul bilancio aziendale. Investire nell’energia rinnovabile aumenta i ricavi abbassando sensibilmente la spesa energetica. Soprattutto oggi, che è possibile spendere meno di 1000€ a kW per un impianto fotovoltaico industriale, è un investimento vantaggioso.

Il fotovoltaico migliora anche la gestione dei cicli produttivi che possono essere concentrati nelle ore diurne, così da sfruttare al massimo l’energia solare gratuita. La domotica e il monitoraggio aiutano ad individuare gli sprechi energetici per ottimizzare il risparmio.

Le aziende energivore sono quelle che possono trarre i maggiori benefici dal fotovoltaico, come:

  • Capannoni industriali
  • Lavanderie
  • Officine
  • Centri di produzione
  • Hotel e strutture alberghiere

Detrazioni e incentivi per Impianti Fotovoltaici

Sono tante le famiglie e gli imprenditori che vogliono investire nelle energie rinnovabili per risparmiare e ridurre l’inquinamento atmosferico. Lo Stato ha istituito diverse agevolazioni finanziarie per aiutare gli italiani a passare all’energia pulita. Oltre ai diversi bandi regionali e di categoria, queste sono le agevolazioni principali:

  • Iva al 10%: l’acquisto dell’impianto fotovoltaico e l’installazione usufruiscono dell’Iva Agevolata al 10%.
  • Detrazione al 50%: Gli interventi che migliorano la classe energetica degli edifici, quindi anche il fotovoltaico, possono essere detratti al 50% grazie al bonus per la ristrutturazione edilizia. Metà dei costi possono essere recuperati in 10 rate annuali. Ad esempio, supponiamo una spesa di 4000€ per un impianto fotovoltaico, si possono detrarre 2000€ restituiti in rate da 200€.
  • Superammortamento 130%: I proprietari di aziende possono detrarre i costi del fotovoltaico come bene strumentale con il Superammortamento 130%.

Contact Form

BeNext Srl
Via Cinquefrondi 75, 00173 Roma
info@be-next.it

Vuoi maggiori informazioni? Chiamaci subito al 06/60513534 oppure compila la seguente contact form.

Autorizzo l’utilizzo e la trasmissione dei dati personali in conformità con la nostra Informativa sulla privacy
Acconsento al trattamento dei miei dati personali per l'invio tramite sms e/o e-mail di comunicazioni informative e promozionali, nonché newsletter da parte di Be Next S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate.

Text Widget
Aliquam erat volutpat. Class aptent taciti sociosqu ad litora torquent per conubia nostra, per inceptos himenaeos. Integer sit amet lacinia turpis. Nunc euismod lacus sit amet purus euismod placerat? Integer gravida imperdiet tincidunt. Vivamus convallis dolor ultricies tellus consequat, in tempor tortor facilisis! Etiam et enim magna.